Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Sensoltre: percorso al buio

Informatici senza frontiere
Ritratto di emanueladiana.ferri@gmail.com

emanuela ferri
il 18/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Il primo percorso multisensoriale al buio, tra quadri tattili, realizzato da Informatici senza frontiere onlus con l’ausilio della tecnologia NFC (comunicazione in prossimità). Chi dice che l’Arte debba essere soltanto vista per essere apprezzata? Un viaggio immaginato tra 10 quadri ove Arte, Musica e Tecnologia si fondono in uno stesso momento e creano una nuova ed emozionante realtà espositiva.
Video presentazione: 

Obiettivo

Un’occasione speciale, che accosta vedenti e non vedenti a nuove forme d’espressione artistica. Con l'uso della tecnologia si coniuga l'esigenza sociale di un percorso d'arte senza barriere, con la diversificazione e l'ampliamento delle capacità attrattive nel settore culturale. Il disagio si trasforma in opportunità regalando una nuova chiave di “lettura”. Proviamo a chiudere gli occhi e facciamoci guidare dalle nostre mani, dall’ascolto di una voce e di una musica, pronti ad immergerci in una dimensione spaziotemporale unica. Si va oltre il senso della vista, per sviluppare percezioni e sensazioni profonde.

Risultati conseguiti
Facendo indossare le bende ai vedenti e le cuffie a tutti, per l’ascolto di determinate musiche e voce registrata, i principali sensi di orientamento vengono ovattati e offuscati a vantaggio del tatto. Si crea, in questo modo, un contatto fisico molto intenso con l’opera d’arte, in un tempo che si dilata e con una percezione di spazio dalle dimensioni sempre variabili. La prima edizione di Sensoltre si è tenuta a Bari, tra il 19 e il 21 dicembre 2013. Questa prima esperienza ha portato più di 350 visitatori in 3 giorni. ISF ha voluto raccogliere le testimonianze ricche di entusiasmo, stupore e riflessione di alcuni visitatori, nonché le richieste di replica della mostra.

Attività
La realizzazione della mostra ha comportato attività di produzione, organizzazione e promozione. Dalle richieste di alcuni non vedenti desiderosi di riaccostarsi all'arte e dalla conoscenza di un artista capace di realizzare quadri dalle particolari componenti tattili, si è giunti a sviluppare una app per smartphone con tecnologia NFC utile all'accostamento del quadro. A seguire, sono stati prodotti i testi relativi a ciascun quadro e registrate insieme musica e voce. In considerazione delle percezioni emotive in gioco, si è inteso rivolgere il progetto a tutti, vedenti e non vedenti. Il progetto ha avuto come patrocini gratuiti: comune di Bari, regione Puglia, Uniba, dib informatica, Conservatorio N.Piccinni di Bari, Accademia delle belle arti e Uic sezione provincia di Bari. Stampa, radio e tv hanno messo in risalto l'evento. Sensoltre diventa oggi una mostra itinerante, raggiungendo inizialmente le città delle sedi regionali Isf.

Modalità di attuazione

Ogni visitatore riceve all’ingresso uno smartphone Nfc, cuffie, e bende (in caso di persona vedente). La durata complessiva della visita è di 20 minuti circa. Un volontario conduce all’inizio del percorso, in prossimità di una corda passamano. Lungo la corda, e in corrispondenza di ogni quadro, sono presenti dei laccetti con trasmettitore RFID, ovvero un dispositivo contenente informazioni audio che vengono scambiate automaticamente con il cellulare al momento del passaggio, per ricevimento di segnale in radiofrequenza. Lo smartphone, da tenere in un sacchetto al collo, riceve il segnale audio e avvia la registrazione assegnata. Quest’ultima consiste in una parte vocale, che fornisce istruzioni su come toccare l’opera, e in un sottofondo musicale di brani selezionati allo scopo di fondere il ritmo delle parole con il tempo necessario alla scoperta tattile.
In alternativa al percorso individuale, si creano alcuni momenti di visita accompagnati da guida non vedente, per un percorso a due.

 

Destinatari

Una idea artistica capace di offrire la stessa fruibilità al vedente e al non vedente. 

Indicatori
L’affluenza nei musei e nelle diverse gallerie espositive è un importante indice della capacità attrattiva di beni artistici e culturali nei confronti del turismo. Negli ultimi anni è diventato sempre più ricorrente nelle mostre d’arte, l’impiego dell’elemento sonoro e di quello tecnologico per nuove e sorprendenti soluzioni comunicative. Inoltre l’elemento sociale si accosta facilmente all’arte, sensibilizzando e coinvolgendo un numero crescente di visitatori. Un beneficio in termini di immagine può estendersi al territorio e a coloro che sostengono l'iniziativa.

(i costi in basso si riferiscono alla realizzazione di una singola mostra)

Costo €: 
1 000.00
Territori interessati: 
Italia
Tipo di promotore: 
Soggetto pubblico
Soggetto privato
Realizzato da: 
Area Ausili alla disabilità di Informatici Senza Frontiere Onlus - Regione Puglia; Giovanni Pedote - artista; Emanuela Ferri - curatrice