Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

La rete delle associazioni del territorio per diffondere la cultura digitale

Ritratto di sagginip

patrizia saggini
il 15/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 5

Hai già votato

La cultura digitale dei cittadini parte della conoscenza e utilizzo degli strumenti web di base (PC, mail, internet, ecc.) e deve necessariamente comprendere anche i servizi online offerti dall'amministrazione, in modo da rendere tutti gli utenti autonomi nei propri rapporti con il Comune. Da questo punto di vista è essenziale attivare una rete di associazioni sul territorio che collaborano con il Comune, e che attraverso volontari - adeguatamente formati - possono raggiungere e fornire assistenza agli utenti che si trovano in condizioni svantaggiate o che hanno difficoltà nell'utilizzo delle nuove tecnologie.

Obiettivo

Lo switch off della digitalizzazione previsto dal CAD per cittadini e imprese impone misure organizzative per diffondere la cultura digitale nel territorio; l'obiettivo è infatti quello di fornire dei punti di riferimento sul territorio per diffondere la cultura digitale nei cittadini, a partire dalle categorie svantaggiate (anziani, stranieri, ecc.) fornendo assistenza sull’utilizzo degli strumenti web e sull'utilizzo dei servizi online del Comune e di altre Amministrazioni.
La cultura digitale dei cittadini parte necessariamente dall’utilizzo del PC e della rete, ma deve comprendere necessariamente anche l’utilizzo dei servizi online, in modo da poter interagire con la PA in modalità elettronica.

Risultati conseguiti

Sono stati attivati 3 punti informativi sul territorio, uno presso una frazione decentrata e due presso la biblioteca comunale (uno gestito dal Comune e uno gestito da un'associazione).
Le attività di formazione e assistenza agli utenti riguardano questi ambiti:

  • Rilascio certificati con timbro digitale;
  • Assistenza nella presentazione di richieste attraverso il portale dei servizi scolastici online;
  • Stampa modulistica a disposizione sul sito web ed eventuale invio alla PEC del Comune;
  • Info e stampa di schede dei servizi erogati dal Comune a disposizione sul sito web istituzionale;
  • Inserimento dei dati dell’utente per l’autenticazione a FEDERA (sistema delle identità digitali della Regione Emilia-Romagna);
  • Raccolta di segnalazioni, reclami o richieste di informazioni tramite il modulo web pubblicato sul sito istituzionale;

I vantaggi principali consistono nella creazione di una rete di associazioni sul territorio che, attraverso persone dedicate, si mettono a disposizione per creare e diffondere la “cultura digitale” presso quei cittadini che per loro condizione o per altre ragioni, non sono autonome nell’utilizzo degli strumenti informatici e della rete web: è anche e soprattutto un’occasione per diffondere gli strumenti web, ma anche i servizi messi a disposizione dal Comune.

Attività

Il progetto prende avvio dalla creazione di un punto di assistenza gestito dal Comune – presso la biblioteca comunale – per fornire assistenza all’utilizzo del web, sulla base del progetto “Pane e Internet”, promosso dalla Regione Emilia-Romagna.

In un secondo tempo, si è pensato di declinare questo modello di esperienza comprendendo nell’assistenza anche i servizi online, e coinvolgendo il tessuto associativo del territorio: le associazioni, infatti, mettono a disposizioni dei volontari che dedicano tempo per svolgere attività di “educazione digitale” a chi la richiede: si parte da un livello base, che riguarda proprio l’utilizzo del PC e della rete (Navigazione, conoscenza dei motori di ricerca, usare la parola chiave, creare un account di posta elettronica, usare la posta, creare un file, salvarlo e inviarlo, far conoscere il sito del Comune), fino ad un livello più avanzato,

Il Comune mette a disposizioni i locali, collegamenti web ed eventuali attrezzature (PC, scanner, stampante), oltre ovviamente ad incontri di formazione dei volontari che si dedicano all’attività, organizzati e tenuti da personale del Comune (nel nostro caso, del servizio URP), che comprende anche la predisposizione di guide informative.

Modalità di attuazione

Lo strumento di regolazione dei rapporti con le Associazioni del territorio è uno schema di convenzione standard, che prevede i servizi che vengono erogati, gli obblighi a carico delle parti (Comune e Associazione) e le modalità di erogazione del servizio di assistenza/formazione agli utenti.

Il progetto è ripetibile da qualunque realtà, ha costi estremamente bassi e l’unica condizione di sostenibilità è la continua collaborazione tra Comune e Associazioni, in modo da mantenere costante l’aggiornamento dei volontari dedicati e avere un feedback sull’attività di assistenza/formazione effettuata.

 

Destinatari

I beneficiari di questo progetto sono essenzialmente due: principalmente i cittadini che appartengono a categorie svantaggiate (anziani, stranieri, ecc.) o che comunque sono in difficoltà con l’utilizzo delle nuove tecnologie, ma anche i volontari stessi, che si fanno promotori attivi delle nuove modalità di interazione del Comune con gli utenti.

Il progetto è sostenibile nella misura in cui entrambi gli attori – PA e Associazioni – si rendono disponibili e condividono le stesse motivazioni.

Indicatori

Il servizio presso la biblioteca comunale (gestito dal Comune) è iniziato in Giugno 2012: gli utenti che hanno usufruito del servizio sono:
2012: 20 utenti, di cui 12 donne 8 uomini, età tra i 60 e 80anni, tutti di nazionalità italiana, senza una base di conoscenza del computer.
2013: 64 utenti, di cui 21 uomini, 43 donne, età media tra i 32 e gli 85 anni; delle 43 donne, 11 sono straniere, con età dai 32 ai 42 anni.
2014: 14 utenti, età 60/80.

Il servizio avviato presso la biblioteca, in collaborazione con l’associazione è iniziato invece ad aprile 2014, e fino ad ora ha fornito assistenza esclusivamente per le richieste di iscrizioni a FEDERA e la presentazione di domande online per l’iscrizione al servizio nido d’infanzia: gli utenti sono stati 5, e abbiamo avuto una percentuale del 95% di domande presentate online.

Costo €: 
500.00
Territori interessati: 
Emilia Romagna
Tipo di promotore: 
Soggetto pubblico
Realizzato da: 
Comune di Anzola dell'Emilia
Tag: