Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Pane e Internet

Pane e Internet - Corsi per navigare e vivere con la rete
Ritratto di gguermandi@regione.emilia-romagna.it

Grazia Guermandi
il 12/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 4

Hai già votato

Il progetto “Pane e internet” (PeI) è un’azione avviata nel 2009 ed in corso, che si inserisce negli obiettivi della Legge Regionale 11/2004 sullo “sviluppo regionale della società dell’informazione” e fa parte delle azioni del “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013”. PeI mira a favorire l’accesso alle tecnologie da parte dei cittadini, e contrastare il fenomeno del “knowledge divide”, ovvero il divario di conoscenza che separa chi è in grado di utilizzare il personal computer e la rete internet, da chi non è in grado. PeI prevede la realizzazione di una vasta azione di digital literacy rivolta ai cittadini a rischio di esclusione e l’avvio di nuovi servizi di inclusione digitale nel territorio, in particolare il servizio di facilitazione digitale in Biblioteca.

Obiettivo
PeI ha le seguenti finalità:

  • ridurre il divario di conoscenza dei cittadini che non accedono ad Internet In Emilia-Romagna
  • sensibilizzare le amministrazioni locali sul tema dell’inclusione digitale
  • creare una comunità di facilitatori digitali, che operano in particolare nelle Biblioteche pubbliche
  • offrire risorse metodologiche e didattiche per le community in apprendimento tramite io sistema di E-Learning Federato della Regione Emilia-Romagna (SELF) www.self-pa.net

Risultati conseguiti

I risultati nel territorio delle attività di PeI  possono essere descritti in sintesi come:

  • Partecipazione dei cittadini al progetto: le attività di alfabetizzazione digitale hanno interessato circa 13.000 cittadini
  • effettiva acquisizione di conoscenze e competenze  digitali nei partecipanti al progetto: sono stati compiute delle 2 indagini Cati post-corso da cui è emerso che l’80% degli intervistati continua ad utilizzare internet a tre mesi dalla conclusione dei corsi.
  • creazione di un gruppo di facilitatori digitali nel territorio per il proseguo dell’apprendimento nei cittadini alfabetizzati: hanno aderito al progetto 130 Biblioteche pubbliche, sono stati formati 240 operatori bibliotecari o volontari per la figura di “facilitatore  digitale”; attualmente 70 biblioteche hanno attivato il servizio di facilitazione digitale.

Attività
 Le attività principali di Pei  sono quelle di “digital Literacy”  rivolte ai cittadini a rischio di esclusione digitali e l’attività di facilitazione digitale in biblioteca, realizzate attraverso le seguenti fasi:

A. Programmazione/pianificazione delle attività nei singoli comuni nell’ambito del Gruppo di progetto

B. Promozione e comunicazione attività formative attraverso delle campagne comunicative capillari realizzate tramite il Camper nelle piazze e tramite strumenti online;

C. Erogazione - formazione di circa 800 corsi di digital literacy dal 2009 ad oggi e di 18 corsi  rivolti ai facilitatori digitali;

D. Monitoraggio e valutazione a livello di andamento del progetto

Sono state infine svolte attività sperimentali di inclusione digitale, tra cui i laboratori per la digital literacy con il Tablet, l’iniziativa “Pane e Internet e Lavoro” rivolta a disoccupati e le attività a supporto dei territori terremotati.

Modalità di attuazione

Il modello organizzativo vede la Regione Emilia-Romagna con il ruolo coordinatore supportata da:

  • un “Gruppo di progetto” partecipato dai rappresentanti delle province e dei comuni capoluogo con il compito di programmare, monitorare e valutare le attività a livello territoriale
  • una “Cabina di Regia” partecipata dai soggetti portatori d’interesse firmatari di un protocollo d’intesa con il compito di promuovere ed indirizzare le attività di Pane e Internet in particolare in favore dei cittadini anziani

Per la realizzazione locale delle attività dal 2009 ad oggi infatti sono stati coinvolti:

  • 180 referenti delle amministrazioni comunali
  • 233 sedi diverse, di cui 153 scuole, 16 centri di formazione professionale, 18 biblioteche e 45 altre sedi di varia natura (centri civici, poli formativi, spazi comunali, etc.);
  • 237 docenti e 85 tutor d’aula

Destinatari                                                                                                                                                                                                                                     Il target di PeI sono i cittadini a rischio di esclusione digitale:

  • donne over 45: vi sono differenze di genere rispetto all’uso della rete internet
  • anziani over 65 ed immigrati
  • volontari e bibliotecari  per il ruolo di facilitazione digitale

Indicatori
[La programmazione 2011-2013 è in fase di conclusione (chiusura prevista a Giugno 2014), a seguito della quale verrà attivata la nuova programmazione approvata con Delibera GR 340-2014 contenente le  Linee di sviluppo Pane e Internet 2014-2017. Sintesi di indicatori/risultati:

  • Numero di cittadini che hanno usufruito di servizi di alfabetizzazione:13.000
  • L’uso di internet post corso: 80%d egli intervistati
  • Numero degli enti coinvolti:130 biblioteche                                                                                                                                                                
  • Numero facilitatori digitali coinvolti: 240 facilitatori digitali  formati

                                                                                                                                                                                                                 

Costo €: 
2 000 000.00
Tipo di promotore: 
Soggetto pubblico
Realizzato da: 
Regione Emilia-Romagna - D.G.Organizzazione Sistemi Informativi Telematica