Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

I Beni Culturali a Scuola

Ritratto di marco.pina@culturaeinnovazione.it

Marco Pina
il 22/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 1

Hai già votato

Il Consorzio Cultura e Innovazione ha realizzato una serie di incontri con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di Crotone, con l'obiettivo di divulgare le nuove tecnologie applicate nel campo dei Beni Culturali.

Obiettivo
Utilizzare le nuove tecnologie (smartphone, realtà virtuale, 3D) per avvicinare i regazzi delle scuole (l'esperimento pilota è stato relaizzato con studenti delle scuole secondarie di primo grado) al mondo dei Beni Culturali

Risultati conseguiti
Sono state realizzate delle demo itineranti nelle scuole secondarie di primo grado della città di Crotone. Illustrare ai ragazzi le possibilità che la tenclogia offre per avvicinarli al mondo dei beni Culturali

Attività
Dopo una breve presentazione delle tecnologie e delle tecniche digitali che si affiancano al mondo dei beni Culturali, è stata realizzata una vera e propria demo interattiva, durante la quale i ragazzi hanno potuto utilizzare dispositivi con i quali poter "fruire" in modo innnovativo dei Beni Culturali

Modalità di attuazione

Grazie all'uso di un particolare video proiettore ed all'uso di occhiali stereoscopici attivi, sono state illustrate agli studenti le ricostruzioni tridimensionali del tempio di Hera Lacinia di Crotone e dei principali reperti ritrovati nel corso delgi scavi archeologici nel tempio stesso, come ad esempio il Diadema di Hera, la Barchetta Nuragica ed altri. Inoltre è stata illustrata un'app per smartphone (scaricabile gratuitamente dagli store, per Android e iOs) grazie alla quale, medinate tecniche di realtà aumentata, gli studenti hanno avuto la possibilità di interagire con la ricostruzione tridimensionale di un reperto archeologico (Sfinge Alata - tesoro di Hera Lacinia).

Le demo sono state effettuate presso gli istituti sedondari di primo grado della città di Crotone.

Per come si presenta, l'idea è adattabilè a diversi contesti ludico didattici e va customizzata a seconda del target di riferimeno, dalle scuole primarie fino alle scuole secondarie di secondo grado.

 

Destinatari

Studenti delle scuole secondarie di primo grado

Indicatori
sono state effettuate demo a 61 diverse classi per un totale di circa 750 studenti delle scuole secondarie di primo grado della città di Crotone. Ad ogni studente è stato distribuito il vademecum "tecnologie e beni Culturali a Scuola - il vademecum per le nuove frontiere della fruizione"

 

 

Costo €: 
0.00
Territori interessati: 
Italia
Tipo di promotore: 
Soggetto privato
Realizzato da: 
Cultura e Innovazione scarl