Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Inclusione digitale

Ritratto di sara.ferri

Sara Ferri
il 06/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Percorsi digitali per una città intelligente
Open Urbe è un progetto di partecipazione della città alla definizione delle priorità dell’Agenda Digitale Locale del Comune di Reggio Emilia. Con questo progetto, il Comune intende ascoltare i bisogni della città che possono trovare nell’innovazione tecnologica una risposta efficace ed efficiente. Il Comune orienterà le proprie scelte di investimento anche sulla base delle priorità segnalate da coloro che parteciperanno.
Ritratto di c.stajano@mondodigitale.org

Cecilia Stajano
il 06/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Formiamo gli over 60 con la formula dello “scambio generazionale”: gli studenti delle scuole, insegnano pc, web e tecnologia con l’aiuto di docenti esperti. Una vera e propria scuola di welfare. Il corso base è di 30 ore, 15 incontri settimanali, dal word al web. I corsi gratuiti si svolgono nelle aule informatiche delle scuole di ogni ordine e grado.
Ritratto di lcumino@comune.colognomonzese.mi.it

Luciana Cumino
il 05/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 1

Hai già votato

Prestito gratuito di ebook reader e tablet in biblioteca, creazione di un ebook "arricchito" con elementi testuali, immagini, letture, video-narrazione
La biblioteca di Cologno Monzese (MI) è sempre stata recettiva nei confronti dell'innovazione tecnologica e ha cercato di renderla facilmente disponibile ai lettori delle biblioteche pubbliche. Grazie ad un contributo della Regione Lombardia, dal 2010 ad oggi la biblioteca di Cologno Monzese presta gratuitamente ai propri utenti circa 40 ebook reader e 2 tablet per leggere ebook e sperimentare la lettura digitale.
Ritratto di emanuele.crosato@regione.veneto.it

Emanuele Crosato
il 02/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Punti Pubblici di Accesso - Regione del Veneto - Sezione Sistemi Informativi
La nozione di digital divide fa riferimento alla esclusione materiale, totale o parziale, di accedere e di utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Tale condizione racchiude in sé complesse problematiche legate non solo alla componente tecnologica (infrastrutture TLC), ma che toccano anche altri aspetti della vita del cittadino (fattori economici, culturali e sociali).
Ritratto di BENFANTE PICOGNA CARMELO SALVATORE
Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Digitalizzazione dei documenti previsti dalla Legge 104/02 e DPCM 185/06 per l'individuazione degli alunni disabili e l'assegnazione degli insegnanti di sostegno.
Ritratto di carmine.defusco@istruzione.it

Carmine De Fusco
il 30/04/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Si tratta di due blog (Scienze della Natura e Scienze della materia) utilizzati per integrare la didattica “tradizionale”, stimolare la curiosità degli studenti per i temi e la cultura scientifica e invitarli ad un uso consapevole e critico delle ICT e alla produzione di materiali digitali. Si vuole anche mantenere con gli studenti un contatto educativo e formativo che va oltre lo spazio dell'Istituto e il tempo scuola.
Ritratto di c.stajano@mondodigitale.org

Cecilia Stajano
il 29/04/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Phyrtual Innovation Gym
È un ambiente fisico e virtuale ("Phyrtuale") per l'apprendimento esperienziale e la pratica dell'innovazione in tutte le sue espressioni: innovazione tecnologica, sociale e individuale. Non si producono solo oggetti, ma si imparano a modellare anche le idee per dare forma alle soluzioni.
Ritratto di gianfranco.andriola

Gianfranco Andriola
il 17/04/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Webinar, comunità di pratica e materiali per facilitare la pubblicazione e l'utilizzo dei dati aperti
Dati.gov.it oltre alla pubblicazione del catalogo di dati aperti italiano ha realizzato una attività di divulgazione e promozione sui temi dell’open data con una comunità di pratica, guide pratiche, infografica e seminari online gratuiti e aperti a tutti che hanno accompagnato l’evoluzione del tema dei dati aperti in Italia.