Logo Partecipa!
Logo del Governo Italiano - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Inclusione digitale

Ritratto di coopnoe@gmail.com

Elena Parisatti
il 22/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Nuovi Obiettivi tecnologici Educativi
Nonostante le "Nuove Tecnologie" non si possano più dirsi nuove, esse non sono ancora generalmente introdotte nella didattica quotidiana. La Cooperativa ha realizzato un progetto di formazione sulle NT per la didattica inclusiva, indirizzato agli insegnanti di ogni ordine e grado. La formazione prevedeva una parte teorica (convegno) e una pratica (laboratori) dove ogni docente ha potuto sperimentare attivamente le proposte formative.
Ritratto di fusillo.francesco1@gmail.com

Francesco Fusillo
il 22/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Software Didattico per Linux per il supporto didattico dell'inclusione dei diversamente abili nella scuola e nella relazione.
SoDiLinux@cts-vr-2014 é un DVD realizzato dal CTS di Verona (Centro di supporto per le Nuove Tecnologie per l'Handicapp) e ITD del CNR, http://sodilinux.itd.cnr.it/ . SoDILinux@cts-vr-2014 permette di allestire i PC con un Sistema operativo Opensource linux) già confezionato e pronto all'uso con applicativi specfici per permettere l'accesso ai diversamente abili, inoltre un pacchetto software per la didattica in classe per l'innovazione e per l'uso
Ritratto di antoniogreco86@gmail.com

Antonio Greco
il 22/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Gli open-data in Italia
Sono un neolaureato in Informatica, ed ho fatto un lavoro di tesi sugli "opne-data", utilizzando i dati provenienti dal MIUR, dall'ISTAT, dalla provincia di Pisa e dal comune di Cesena. Con i dati raccolti ho effettuato delle analisi statistiche sul mondo della scuola, confrontando i dati sugli studenti con i dati sulla disoccupazione in Italia e sulle condizioni economiche delle famiglie.
Ritratto di coderdojoroma@gmail.com

Agnese Addone
il 21/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 5

Hai già votato

imparare a programmare, programmare per imparare
CoderDojo è un movimento senza scopo di lucro che si occupa di istituire dei club e organizzare incontri gratuiti per insegnare ai giovani a programmare. Nato in Irlanda nel 2011, è ormai una rete di volontari che si sta espandendo a livello globale. In Italia, a partire dal febbraio 2013, sono nate oltre 30 sedi su tutto il territorio nazionale.
Ritratto di mattruffoni@gmail.com

matteo ruffoni
il 21/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 3

Hai già votato

wiildos
Wiildos un intero sistema operativo per la LIM Wiild e i laboratori scolastici. Migliaia di applicativi educativi gratuiti e frutto di ricerche didattiche europee. Una mailing list di centinaia di insegnanti che offre supporto e confronto 365 giorni l'anno.
Ritratto di simone.puksic@ditedi.it

Simone Puksic
il 21/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Il DITEDI - Distretto delle Tecnologie Digitali è un ente che promuove la cultura digitale ed il network tra oltre 130 aziende digitali ed innovative. Attivo dal 2009, è riconosciuto nella Regione Friuli Venezia Giulia come riferimento su tematiche legate alla cultura digitale, avendo organizzato negli ultimi 24 mesi oltre 150 tra seminari e workshop tecnici che hanno visto la partecipazione di quasi 5000 partecipanti.
Ritratto di Maurizio

Maurizio Boscarol
il 21/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Gli scopi del progetto sono elaborare e attuare un piano innovativo di orientamento, insegnamento e formazione, facendo uso delle nuove tecnologie dell’informazione per la formazione post lauream dei futuri insegnanti nei percorsi PAS e TFA, come modello per modalità formative universitarie in modalità mista . Il progetto comprende due linee di intervento complementari, che coinvolgono aspetti della didattica-formazione/orientamento universitaria realizzabili contemporaneame
Ritratto di lballestra@gmail.com

Laura Ballestra
il 20/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 2

Hai già votato

Progetto di LIUC Università Cattaneo. Biblioteca Mario Rostoni in collaborazione con biblioteche pubbliche e scuole. Mira ad educare all’uso consapevole dei documenti e delle informazioni, rivolto specificamente ai ragazzi delle classi IV e V delle scuole superiori, in relazione alla preparazione delle esperienze di ricerca e di progetto (le cosiddette “tesine”).
Ritratto di irene.rovai@zetasocial.it

Irene Rovai
il 20/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

La soluzione per la scuola digitale
L’innovazione della scuola non passa attraverso l’introduzione della tecnologia ma dallo sviluppo generale del modo di lavorare insieme nella classe: Social Classroom facilita la condivisione e la collaborazione e dà supporto alle attività svolte in classe per mezzo di tablet o altri strumenti digitali, secondo la logica del BYOD.
Ritratto di adiutrice.barretta@informaticisenzafrontiere.org

adiutrice barretta
il 20/05/2014

Vote up!
Vote down!

Voti: 0

Hai già votato

Informatici senza Frontiere
Il progetto “Never Back Down” si rivolge ai ragazzi affetti da sindrome di Down, nasce dall’idea di poter colmare le loro difficoltà di comunicazione attraverso strumenti informatici e nello stesso tempo anche di sviluppare e manifestare le loro potenzialità intellettive e creative.